Category Archives: News

souterraine – intervista con marco ferretti

C’erano una volta gli Alternative Religion, tra le prime band italiane interessate al genere in voga oltremanica: il punk. Un ensemble trevigiano che ha lasciato il segno nell’arco di un triennio attraverso una certa presenza live, poi lo scioglimento e l’oblio di alcuni dei suoi membri. Gianluca Favaron ne era il cantante. Lontano dalle cronache, e a distanza di un trentennio di quasi inattività musicale, l’artista è progressivamente ritornato sulle scene, stavolta elettroniche. Nell’ultimo lustro, complice anche un certo sodalizio con la Silentes di Stefano Gentile, è stato possibile ‘scoprire’ la creatività di uno dei produttori più versatili in circolazione, votato a esperimenti di differente natura e, soprattutto, aperto a forme di collaborazione con vecchi e nuovi amici.
Continue reading

Advertisements

zolfo featured in a closer listen top ten drone album

Gianluca Favaron | Anacleto Vitolo ~ Zolfo ( 13 | manyfeetunder )
The music gurgles, bubbles, fizzes and pops.  To listen is to block out the organic world and to concentrate on the electrical.  Are these the unheard sounds surging through our wires and homes?  Could this be what our laptops are up to when we’re not paying attention?  It’s exciting to think so.  Favaron and Vitolo love intricacy, and Zolfo is a homage to sound.  “Infrasound” sounds like pages being turned; this is a book we’d love to read.  (Richard Allen) – 

https://acloserlisten.com/2016/12/17/acl-2016-top-ten-drone/

sherwood – intervista con mirco salvadori

La loro è una piccola armata che molto sta facendo per l’innovazione – scusate il termine oramai desueto ma così è – dell’ascolto in terra italiana. La vibrazione che produce il loro muoversi lungo lo stivale varia dall’ambient più silenzioso all’elettroacustica più coinvolgente, dall’iperealtà del field recording piegato al gioco del mixaggio musicale alla dura realtà della ricerca che non concede compromessi. Gianluca Favaron appartiene a quest’ultima categoria. Un sound artist che crea arte digitale piegato sul proprio laptop, l’orecchio sempre in ascolto dei suoni a venire, quelli che si producono nell’indefinito, quasi invisibile, mondo elettronico. Continue reading